Acetaia Marchi, produzione Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P - scatola in legno

La nostra produzione di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P.

Acetaia Marchi, produzione Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P - scatola in legno

 

Da oltre un secolo l'Acetaia Marchi produce l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. I nostri prodotti sono molto apprezzati anche dai più grandi intenditori del settore. La nostra produzione prevede numerose fasi, l’uso di materie prime di alta qualità e di botti in legno pregiato. Andiamo a conoscere questo prodotto a livello generale e poi a parlare più nel dettaglio della nostra produzione.

Un prodotto tradizionale e anche D.O.P!

L'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena è tutelato dal marchio D.O.P. da più di vent'anni, precisamente dal 17 aprile del 2000. Questa è la data in cui è stato approvato il regolamento europeo per la tutela di questo prodotto. L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. è un prodotto derivante dalla cottura del mosto d'uva e dal successivo affinamento di minimo 12 anni o invecchiamento di minimo 25 anni.

Il marchio D.O.P. è una garanzia

Per avvalersi del marchio D.O.P. la produzione deve attenersi a un rigido disciplinare, il quale tutela questa prelibatezza dalle imitazioni che spesso sono apparse sul mercato. I cardini di questo disciplinare sono l'utilizzo di mosto di sole uve selezionate, provenienti dai vitigni della provincia di Modena. Tra questi vitigni possiamo nominare il Lambrusco, il Trebbiano, il Sauvignon, l’Ancellotta, la Sgavetta, il Berzemino e l’Occhio di Gatta.

Una volta selezionati i mosti, si procede alla cottura a fuoco diretto a una temperatura di 84° per 12-14 ore in contenitori a vaso aperto. La fase cruciale è quella dell'affinamento/invecchiamento, che deve avvenire in botti di legno di rovere, castagno, gelso, acacia, rubinia, ginepro, ciliegio e frassino (scelti per la loro aromaticità), conservate in sottotetti preferibilmente non coibentati. Le escursioni termiche sono infatti fondamentali per la riuscita del procedimento d’affinamento/invecchiamento dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. Durante tutti questi anni, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. deve riposare in acetaia.

botti di rovere, castagno, ciliegio, ginepro per la produzione e l'invecchiamento dell'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P

La nostra produzione di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P.

All'interno dell'Acetaia Marchi le botti predisposte per far maturare e riposare l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. sono suddivise in batterie, ordinate dalla più capiente a scalare. L’Oro Nero viene progressivamente travasato dalla più grande alla più piccola. Ciascuna di esse è differente per la capienza, ma anche per la tipologia di legno (rovere, castagno, ciliegio, ginepro, etc.) con cui è realizzata. I progressivi travasi consentono all'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. di concentrarsi, raggiungendo gli standard organolettici di colore, densità, profumo e sapore stabiliti dal disciplinare.

Raggiunti gli anni di affinamento e invecchiamento, i prodotti vengono selezionati da un'apposita commissione di assaggiatori, diventando così il nostro Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. Ai nostri clienti proponiamo un prodotto di elevata qualità, preparato con le sole uve del nostro territorio. Seguiamo passo dopo passo il disciplinare e prestiamo attenzione ad ogni singola fase della produzione.

Alla scoperta del delizioso e inebriante Oro Nero

Da anni, nella nostra famiglia, tramandiamo la passione di generazione in generazione. Tramandiamo anche la tradizione e l’amore per questo speciale prodotto tipico del nostro territorio. La nostra produzione è rivolta ai privati e ai buongustai, ma anche alle aziende e ai professionisti di vari settori. Con questi presupposti vi invitiamo a mettere alla prova il nostro Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. Potrete portare in tavola una raffinata tradizione e un gusto davvero unico.