baccala alla norvegese con aceto balsamico

Baccalà norvegese con Aceto Balsamico di Modena IGP

L'Aceto Balsamico di Modena IGP non è un aceto come tutti gli altri: il suo aroma, il gusto delicato, ne fanno un ingrediente per ricetta da palati raffinati. Si tratta di un prodotto apprezzato da chi ama la buona cucina. Non a caso vi sono numerose ricette che prevedono l'uso dell'Aceto Balsamico: verdure cotte e crude, dolci, carne e anche pesce. Non ci credete? Vi proponiamo una favolosa ricetta pesce e Aceto Balsamico di Modena IGP, vale a dire il baccalà norvegese con Aceto Balsamico di Modena IGP. Provare per credere.

Cosa è l'acetaia

Prima di affrontare la ricetta, parliamo un attimo del luogo in cui il mosto cotto fermentato diventa Aceto Balsamico: cioè l’acetaia. È in questo luogo quasi magico, di solito un sottotetto, che vengono collocate le batterie delle botti per la produzione dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP.

La "batteria" è l’insieme di botti, ognuna avente una dimensione diversa, dalla più grande alla più piccola, nelle quali avviene il travaso del prezioso liquido, che nasce dalla cottura di mosti formati da uve delle varietà Lambrusco e Trebbiano di collina. L’affinamento e l'invecchiamento di questo prodotto richiedono un lunghissimo processo, che varia da 12 a 24 anni.

Baccalà norvegese con Aceto Balsamico di Modena IGP: gli ingredienti

Cominciamo dagli ingredienti per 4 persone per la preparazione di questa ricetta a base di pesce e Aceto Balsamico.

  • 500 grammi di filetto di baccalà;
  • 500 grammi di spinaci freschi;
  • 150 grammi di zucchero;
  • 100 grammi di peperone rosso;
  • 100 grammi di mela verde;
  • 100 grammi di farina di riso;
  • 80 grammi di cipolla rossa;
  • 25 grammi di prezzemolo;
  • 1 litro di latte;
  • 50 ml di Aceto Balsamico di Modena IGP;
  • 25 ml di olio extravergine d’oliva;
  • 25 ml di acqua frizzante;
  • Sale e pepe quanto basta.

baccalà alla norvegese ingredienti

Baccalà norvegese con Aceto Balsamico di Modena IGP: la preparazione

Per prima cosa dovete mettere a bagno il baccalà in acqua fredda per 24 ore, al termine delle quali dividete il baccalà in due parti: una parte andrà rimessa a bagno nel latte per altre due ore. Al termine di questo procedimento, il baccalà nel latte dovrà cuocere con parte della cipolla rossa, tagliata a julienne, fino ad ottenere un composto quasi asciutto.

La parte restante è di nuovo da dividere in due: una andrà fritta in una pastella a base di farina di riso ed acqua frizzante, servita su una crema di peperone rosso, l’altra cotta a vapore e servita su un letto di spinaci saltati al burro. Sopra agli spinaci si mette la cipolla rossa, brasata all’Aceto Balsamico di Modena IGP, vi si adagia il baccalà e si cosparge con gocce di Aceto Balsamico.

Il baccalà cotto nel latte va mantecato con olio extravergine d’oliva, prezzemolo tritato e profumo d’aglio. Va fatta anche la crema di mela verde: si sbuccia la mela e si taglia a pezzi. Si fanno saltare i pezzi nel burro con l’aggiunta di latte, si frulla il tutto, ottenendo una vellutata. In un tegame, si aggiungono Aceto Balsamico di Modena IGP, zucchero e si cuoce a fuoco lento, fino a ridurre ad un quarto il liquido. Il liquido cremoso si cosparge sul baccalà. Le tre cotture vanno nello stesso piatto.


panforte-di-siena-profumato-aceto-balsamico-01

Panforte di Siena profumato all’Aceto Balsamico di Modena IGP: due tradizioni che si uniscono

Per chi non conoscesse questo dolce, il Panforte di Siena rappresenta un tipico dolciume della tradizione natalizia toscana. La versione originale è realizzata con mandorle e un composto di miele e spezie, oltre che da frutta sia candita che secca. Il sapore è molto dolce, con un retrogusto di frutta candita e di mandorle unito a un classico sentore di spezie. Un gusto che si manifesta in forma più leggera nella versione bianca, mentre è molto più intenso in quella nera.

Quindi se prediligete quella categoria di dolci molto aromatici e speziati, allora il Panforte è sicuramente il dolce che fa al caso vostro. Se poi, invece, desiderate provare una variante di questo dolce, con l’accostamento a un prodotto che si sposa alla perfezione con l’insieme di profumi e spezie di questo dolce delizioso, allora continuate a leggere questa ricetta. Stiamo parlando di questo dolce con Aceto Balsamico di Modena IGP.

Ingredienti

250 g di mandorle sgusciate
100 g di arancia candita a cubetti
75 g di cedro candito a cubetti
75 g di farina forte
1 cucchiaino (o anche due, a seconda dei gusti) di Aceto Balsamico di Modena IGP
5 g di spezie varie in polvere (noce moscata, coriandolo e chiodi di garofano)
150 g di miele all’arancio
75 g di zucchero a velo
75 g di zucchero a velo
1 cialda di Montecatini

Preparazione

Come prima cosa bisogna provvedere a tostare le mandorle, per un circa una decina di minuti a 150 gradi in forno. Poi si devono raccogliere in un’ampia terrina in cui si aggiungerà farina, le spezie in polvere, la frutta mista candita a vostra scelta  e naturalmente all’Aceto Balsamico di Modena IGP. Passate poi a sciogliere moto lentamente il miele in un apposito pentolino, aggiungendo anche lo zucchero a velo e un cucchiaio colmo d’acqua; otterrete così uno sciroppo, che andrà aggiunto al composto di mandorle, mescolando alla perfezione tutto l’insieme di ingredienti.

La consistenza finale dovrà essere alquanto compatta. Una volta terminato questo procedimento iniziale, proseguire foderando un stampo dalla forma circolare con carta forno; per queste quantità, la misura indicata è un diametro di 18 cm, che è la misura più classica utilizzata per il Panforte. Successivamente si deve posizionare la cialda sulla base. Distribuite poi il composto costituito dalle mandorle e dal miele, appianandolo bene tramite il dorso di un cucchiaio e cospargete l’intera superficie con tanto zucchero a velo.

Infornare il Panforte a 180 gradi per circa 30 minuti.

Lasciare intiepidire per pochi minuti e, quando sarà freddo, cospargervi nuovamente sopra la quantità di zucchero a velo che desiderate.

aceto-balsamico-di-modena-i-g-p-invecchiato-oro

Curiosità

Come sicuramente avrete notato, in questa ricetta il classico foglio di ostia, che non a tutti piace, è stato sostituito dalla cialda di Montecatini. Quest’ultima è alle mandorle e, quindi, ciò indubbiamente riesce a dare molto più sapore a tutto l’insieme.

Consiglio

Una volta freddo, Il Panforte di Siena profumato all’Aceto Balsamico di Modena IGP va coperto (come sottolineato poc’anzi) da un manto di candido zucchero a velo. Questo non solo per renderlo molto più goloso ma, se preparato durante le festività, anche per una versione prettamente natalizia.


sushi-con-aceto-balsamico-di-modena

Sushi rolls con tonno, verdure e Aceto Balsamico di Modena IGP: la cucina orientale incontra la tradizione modenese

L’Aceto Balsamico di Modena IGP è indubbiamente la denominazione maggiormente diffusa nel settore commerciale, oltre a essere quella più esportata nel mondo, per quanto riguarda questo prodotto alimentare. All’esterno dei confini della tradizione culinaria modenese, il cosiddetto oro nero delle tavole è sicuramente uno degli ingredienti più graditi dagli chef.

Tra gli abbinamenti più originali troviamo quello dell’Aceto Balsamico di Modena IGP accostato al Sushi rolls con tonno e verdure, che risponde al successo che la cucina giapponese ha avuto negli ultimi anni nel nostro Paese. Se volete portare in tavola dei primi piatti con Aceto Balsamico di Modena IGP, ma avete anche un debole per il sushi, ecco la ricetta completa del sushi rolls con aceto balsamico.

Ingredienti per 4 persone

  • 200 g di riso per il sushi
  • 4 fogli di alga nori
  • 200 g di tonno crudo per il sushi
  • 1 avocado
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • una piccola quantità di valeriana
  • Aceto Balsamico di Modena IGP
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • sale

Preparazione: il riso

Il primo passaggio da fare è quello di pelare la carota, per poi tagliarla a fettine e a bastoncini molto sottili. In seguito tagliare il sedano con lo stesso procedimento. Dopodiché si devono scottare le verdure in acqua bollente salata, per un lasso di tempo corrispondente a circa 30 minuti. Dopo aver eseguito questi primi passaggi, si continua cuocendo il riso con 400 ml di acqua e un po’ di sale, per circa 15 minuti.

Ora è arrivato il momento di scaldare l’Aceto Balsamico di Modena con il sale e lo zucchero. Una volta pronto il composto, lo si deve versare sul riso caldo verso fine cottura, mescolando con molta velocità. A questo punto rovesciare il riso in una terrina per poi coprirlo con il classico stuoino di bambù. Quest’ultimo viene utilizzato in questa tipologia di ricette, in quanto ha l’importante funzione di far uscire il vapore. Ogni tanto si deve mescolare mentre si raffredda.

sushi-rolls-con-aceto-balsamico

Preparazione: il ripieno

Intanto preparare gli altri ingredienti, a cominciare dal tonno da tagliare in listarelle piuttosto spesse. Proseguire pelando l’avocado e tagliando anche questo a fette doppie di spessore rispetto al tonno. Poi si compone il tutto. Disporre sull’apposito stuoino di bambù adoperato per il sushi, i fogli di alga nori. Prima di procedere è importante provvedere a inumidire le mani, in modo tale da riuscire a stendere con molta più facilità uno strato leggero di riso.

Ricordatevi di lasciare 2 cm liberi su ciascun lato più lungo. Schiacciate lievemente lo strato d riso per renderlo più compatto. Disporre sul riso a 2 cm dal bordo una striscia di carote, poi una striscia di sedano e una di avocado. Unire il tonno e qualche cimetta di valeriana. Iniziando da un lato e facilitando il procedimento con lo stuoino, cominciate ad arrotolare, schiacciando il bordo libero della nori sul riso.

Arrotolare e in caso di necessità inumidire il lato di chiusura della nori per farlo aderire nel migliore dei modi. Comporre gli altri sushi alla stessa maniera. Bagnare la lama del coltello e tagliare il sushi a rondelle spesse. Disponete su un piatto col taglio verso l’alto e servire accompagnato dall’Aceto Balsamico di Modena IGP.


La ricetta dei tacos di sedano rapa, pecorino e rucola all'Aceto Balsamico

Quante volte vi è capitato di organizzare un pranzo in famiglia, una cena o festa con amici e non sapere che piatti preparare? Stare insieme alle persone che amiamo è un’occasione per distrarci dallo stress quotidiano e circondarci dell’amore dei nostri cari. Tuttavia, scegliere le pietanze da portare in tavola può farci andare nel panico e accumulare tensione. Per far spazio esclusivamente all’allegria, oggi vi proponiamo la ricetta dei tacos di sedano rapa, pecorino e rucola all'Aceto Balsamico.

Si tratta di una pietanza sfiziosa, semplice da preparare e diversa dall’ordinario. Infatti, non preparerete i soliti tacos… Non ci vorrà molto tempo, ma solo un po’ di pazienza e pochi deliziosi ingredienti.

Una piccola premessa

Il sedano rapa è un ortaggio costituito da un'elevata quantità d'acqua. Proprio per questo offre all’organismo un'azione diuretica e depurativa. Inoltre, è ricco di minerali quali calcio, ferro, magnesio e potassio e ha pochissime calorie. Tutte queste caratteristiche lo rendono un alimento ideale per chi ama portare in tavola ingredienti nutrienti e genuini.

Gli altri protagonisti della ricetta dei tacos di sedano rapa all'Aceto Balsamico daranno al vostro piatto quel tocco di sapore in più, perfetto per stupire tutti i vostri invitati! Andiamo a preparare questa sfiziosa pietanza.

Ingredienti e preparazione della ricetta dei tacos di sedano rapa, pecorino e rucola all'Aceto Balsamico

Per preparare dei gustosi tacos per 4 persone, vi serviranno i seguenti ingredienti.

tacos-sedano-rapa-pecorino-aceto-balsamico

La preparazione

Per preparare la ricetta dei tacos di sedano rapa all’aceto balsamico, si comincia pulendo il sedano rapa. Successivamente andrà condito con olio extravergine d'oliva, pepe e un pizzico di sale. Avvolgete il vostro ortaggio in un foglio di alluminio e cuocete in forno a 180°. Una volta pronto (lo sarà quando la temperatura al cuore sarà arrivata a 84°C), sfornatelo e lasciatelo raffreddare. Dopodiché affettatelo in circa 20 fettine e rifinite le fettine per ottenere dei dischi perfetti (vi consigliamo di usare un piccolo tagliapasta rotondo).

A questo punto abbrustolite i dischi di sedano rapa usando una padella ben calda. A parte, scaldate leggermente il latte, senza però che raggiunga l’ebollizione. Spremete il limone, unite il succo al latte e lasciate che il composto si addensi. Una volta fatto, per preparare la ricetta dei tacos di sedano rapa, filtrate la cagliata attraverso una garza e mescolate delicatamente aggiungendo sale e pepe.

Completato questo passaggio, condite la rucola con un filo di olio extravergine di oliva, con l’Aceto Balsamico, con sale e pepe. Sui dischi di sedano rapa raffreddati disponete un sottile strato di cagliata, rucola e poi uno di pecorino grattugiato. A questo punto chiudete i vostri tacos.

 

 

La ricetta dei tacos di sedano rapa all'Aceto Balsamico? Assolutamente da provare!

Questa semplice ricetta stupirà e delizierà i palati dei vostri ospiti. Conquisterete tutti con poca fatica e con una pietanza leggera e originale. Ricordate, però, di usare solamente ingredienti di alta qualità. Per la ricetta dei tacos di sedano rapa vi consigliamo di provare uno dei nostri prodotti. Anche l’Aceto Balsamico di Modena I.G.P. e i Condimenti Balsamici potranno rivelarsi la scelta ideale!


gelato alla frutta e aceto balsamico

Aceto Balsamico con il gelato: ecco le golose combinazioni estive

Si sa, con l'arrivo della bella stagione, la voglia di cucinare diminuisce e con essa sale esponenzialmente il desiderio di gustare un buon gelato. Avete mai provato a completarlo con un topping di Aceto Balsamico? Se la risposta è no, non potete assolutamente perdere questo articolo. Quali sono i gusti di gelato più adatti a questo tipo di abbinamento? Scopriamoli insieme.

Che ne dite di una coppa alla fragola con Aceto Balsamico?

Non possiamo non aprire questa lista di abbinamenti senza citare il più famoso per eccellenza: fragole e Aceto Balsamico. Questo nutriente e delizioso frutto rosso mette d'accordo grandi e piccini. La sua dolcezza accentuata viene perfettamente avvolta dal gusto pungente dell'Aceto Balsamico. Il risultato? Un vortice di sapori di cui non riuscirete più a fare a meno.

Insomma, le fragole sono ancor più buone se accompagnate dal balsamico e lo stesso vale per il gelato fatto con questi prelibati frutti. Il consiglio? Preparate una bella coppa di gelato e avvaloratela con pezzetti di fragola freschi. Poi aggiungete l’Aceto Balsamico. Non ve ne pentirete!

Crema e Aceto Balsamico: la coppia perfetta

Se fate parte del team dei "golosi", il gelato alla crema sarà sicuramente uno dei vostri preferiti. Un leggero velo di aceto balsamico può donare grinta e personalità alla vostra coppa, regalandovi un'esperienza che vorrete sicuramente ripetere. Per un vero capolavoro, completate la coppa con fragoline di bosco.

gelato alle fragole e aceto balsamico

Le pere Kaiser con l’Aceto Balsamico

Per riconoscere le pere Keiser basta osservare il collo del frutto: si distinguono, infatti, per il fusto lungo e slanciato. Molto particolare è il loro gusto: aromatiche e zuccherine, sono particolarmente adatte alla realizzazione di gelati. Il modo migliore per smorzare la dolcezza di questo gelato è accoppiarlo con l’aceto balsamico e rifinire la coppa con una manciata di scaglie di mandorle pelate. Vi conquisterà, provate per credere!

Aceto Balsamico: una bontà sempre a portata di mano

L'aceto balsamico è un prodotto made in Italy famoso in tutto il mondo, che ormai è diventato un vero e proprio jolly in cucina. Dal sapore agrodolce e inconfondibile, è il condimento perfetto per ricette dolci e salate. Il bello del mondo della cucina è che non esistono limiti invalicabili e l'abbinamento del balsamico con il gelato ne è una chiara prova. Abbiate sempre il coraggio di sperimentare: la fame e la curiosità vi porteranno a fare scoperte meravigliose!

Non dimenticate, però, di sperimentare usando sempre dei prodotti di qualità. Per quanto riguarda l’Aceto Balsamico, potete contare su Acetaia Marchi. Da più di un secolo produciamo Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. e Aceto Balsamico di Modena I.G.P. La nostra acetaia si impegna quotidianamente per offrire tanto gusto e qualità ad ogni cliente. Non esitate a scoprire tutti i nostri prodotti: dal balsamico tradizionale ai condimenti, dalle salse alle confetture. Potete trovarli nella sezione Prodotti, ma potete anche venirci a trovare. Affidandovi ad Acetaia Marchi potrete portare in tavola tutto il gusto della tradizione e rendere il gelato ancora più sfizioso!


coppette con insalata di rucola

Coppette con insalata di rucola, barbabietole, noci, ravanelli e aceto balsamico

In primavera e, soprattutto, in estate, abbiamo voglia di portare in tavola ricette fresche, facili e veloci. Una delle ricette che vi suggeriamo, che vanta proprio queste caratteristiche, è quella delle coppette con insalata di rucola, barbabietole, noci, ravanelli e aceto balsamico. Se avete ospiti a pranzo o a cena, e volete fare bella figura senza dover rimanere a lungo davanti ai fornelli, questa è proprio la pietanza che fa per voi.

Le caratteristiche degli ingredienti principali

L’insalata di rucola, con tutti i suoi ingredienti, vanta interessanti proprietà benefiche per il nostro organismo. La rucola, in particolare, propone un'elevata percentuale di fibre e di calcio. Grazie alle sue proprietà, può aiutare a disintossicare il fegato e anche a reintegrare il corpo dei sali minerali persi con un'intensa attività fisica. Inoltre, ha proprietà che favoriscono la diuresi.

I ravanelli hanno un'altissima percentuale di acqua e contengono anche sali minerali quali ferro, calcio e fosforo; vitamine del gruppo B, vitamina C e acido folico. Grazie a tutte queste sostanze, questi ortaggi offrono effetti depurativi e diuretici. In più, il loro consumo favorisce il sonno.

Le noci che verranno inserite nell’insalata di rucola vantano anch’esse numerose proprietà benefiche. Offrono un valido apporto di omega 3, acidi grassi molto validi per tenere sotto controllo il livello di colesterolo nel sangue. Nelle noci è contenuta inoltre un’elevata quantità di vitamina E, che è un potente antiossidante, e di arginina. Quest’ultima è un aminoacido che ha la proprietà di dilatare i vasi sanguigni, ossigenando i tessuti muscolari con conseguenze positive sulle prestazioni fisiche. Le barbabietole rosse, invece, contengono folati, vitamina C e altri sali minerali tra cui potassio e ferro. Pertanto, sono un valido aiuto per chi soffre di anemia o ipertensione.

Gli ingredienti per preparare questa nutriente e sfiziosa ricetta

Per preparare le coppette con insalata di rucola, barbabietole, noci, ravanelli e aceto balsamico, vi serviranno i seguenti ingredienti.

Per le coppette

  • 16 dischetti di pasta sfoglia,
  • Olio extravergine d'oliva q.b.,
  • 1 tuorlo.

Per l’insalata di rucola

  • 100 g di rucola,
  • 70 g di barbabietole,
  • 50 g di noci,
  • 100 g di ravanelli,
  • Aceto Balsamico di Modena I.G.P. q.b.,
  • Olio extravergine d'oliva, sale fino e pepe q.b.

 

rucolaLa preparazione delle coppette con insalata di rucola, barbabietole, noci, ravanelli e aceto balsamico

Prendete i dischetti di pasta e mettetene due, in modo decentrato, all’interno di un pirottino. Facendo così potrete formare una coppetta. Con l'ausilio di un pennello da cucina, spennellate tutta la superficie con un po’ di tuorlo d'uovo sbattuto. Ponete i dischetti in forno preriscaldato a 200° e cuoceteli per 15 minuti circa. Dopo la cottura in forno, lasciate raffreddare le coppette e passate alla preparazione dell'insalata di rucola. Tagliate a dadi la barbabietola già cotta, sbriciolate i gherigli di noce e tagliate finemente i ravanelli crudi (già puliti con acqua corrente).

Successivamente, mettete in una terrina la barbabietola e aggiungete la rucola (già pulita). Aggiungete le noci sminuzzate e le piccole fettine di ravanello. Infine, condite con olio extravergine di oliva, aceto balsamico, sale e pepe. Dopo aver mescolato con cura l'insalata di rucola, per far assorbire i condimenti, mettetene una porzione per ciascuna coppetta, aiutandovi con dei cucchiai. Impiattate e servite. Per preparare un’insalata davvero prelibata, vi consigliamo di provare il nostro Aceto Balsamico di Modena I.G.P. Sigillo Oro.


torta salata con peperoni

Torta salata con peperoni, formaggio e aceto balsamico

Le torte salate sono piatti facili e veloci da poter preparare in tante versioni. Infatti, esistono tantissime ricette diverse, che si rivelano preparazioni versatili e adatte a differenti occasioni, ideali sia per antipasti sfiziosi che da servire come piatti unici. Se siete appassionati di torte salate, vi trovate nel posto giusto. Oggi vi proponiamo una ricetta semplice e gustosa: quella della torta salata con peperoni, formaggio e aceto balsamico. Continuate a leggere per scoprire quali sono le indicazioni per preparare questa pietanza sfiziosa e alcune informazioni in più sui suoi ingredienti.

La torta salata dal ripieno colorato

Questa speciale ricetta vede l’utilizzo di peperoni di tre diversi colori: giallo, rosso e verde. Questi potranno essere avvalorati dalla presenza di un gustoso strato di formaggio e da un tocco di inebriante aceto balsamico. Questa torta salata con peperoni è deliziosa, ma anche altamente nutriente e saziante. Si presenta come un pasto ricco di tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno, dalle vitamine fino ad arrivare alle proteine. Potrà deliziare il palato, ma anche gli occhi: è la ricetta ideale per sorprendere i vostri ospiti non solo con la bontà, ma anche con l’estetica invidiabile e colorata.

La ricetta della torta salata con peperoni, formaggio e aceto balsamico

Andiamo a scoprire tutti i passaggi e gli ingredienti principali di questa preparazione gustosa.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare,
  • 150 g di Edamer (o di un altro formaggio che preferite),
  • 3 peperoni (uno rosso, uno verde e uno giallo)
  • Menta, olio evo, sale e pepe q.b.
  • Aceto Balsamico di Modena I.G.P.b.

La preparazione

Per preparare questa torta salata con peperoni, prendete questi ultimi, lavateli e asciugateli con cura. Poi metteteli in forno statico a 180° per 40 minuti, ricordandovi di girarli almeno un paio di volte durante la cottura. Passato questo tempo, lasciateli raffreddare. Quando si saranno raffreddati, togliete la buccia e pulite all’interno, eliminate i semi e le parti non edibili. Tagliateli poi a strisce di piccolo spessore. Versateli in una ciotola e aggiungete pepe, sale e un filo d’olio. Amalgamate il tutto e unite la menta e l’aceto balsamico.

Per la composizione e la cottura della torta salata con peperoni, foderate uno stampo rettangolare con la carta da forno e, dopo averla srotolata, sistemate con cura la pasta sfoglia. In seguito bucherellatela con una forchetta. Dopodiché prendete il formaggio e grattugiatelo fino a ricoprire per bene tutta la superficie della sfoglia. Sistemate, infine, i peperoni alternando le strisce in base al colore. Ripiegate i bordi all’interno e cuocete la torta in forno statico a 200° per circa 30/35 minuti.

peperoni

A tavola con la torta salata con peperoni, formaggio e aceto balsamico

Prima di sfornare la torta salata lasciatela raffreddare qualche istante. Poi riponetela su un piatto adeguato e servitela tiepida. In questo modo potrete gustare al meglio la sua farcia. Potrete cospargere la superficie della torta con alcune foglie di menta, per dare quel tocco di profumo in più. La torta salata con peperoni, formaggio e aceto balsamico conquisterà proprio tutti! Un ultimo consiglio: per la preparazione, provate l’Aceto Balsamico di Modena I.G.P. Sigillo Bronzo. Non ve ne pentirete!


batterie-produzione condimenti balsamici

Come usare i condimenti balsamici in cucina

Se amate i condimenti balsamici e volete conoscere nuovi metodi per sfruttarne le caratteristiche culinarie in maniera totale, continuate nella lettura di questo articolo. Vi proporremo suggerimenti, soluzioni e prodotti da provare al più presto.

Cosa sono i condimenti balsamici e quali sono le loro principali caratteristiche?

I condimenti balsamici sono prodotti enogastronomici realizzati con il mosto cotto e l’aceto di vino. L’unione di questi ultimi, in seguito al raggiungimento della fermentazione acetica, permette di sviluppare diverse note di gusto capaci di avvolgere e conquistare ogni palato. Nella maggior parte dei casi, questi condimenti sono scuri e vantano un sapore agrodolce. Ce ne sono di vari tipi, che si distinguono tra loro per densità e gusto.

I condimenti balsamici devono la loro prelibatezza soprattutto all'invecchiamento al quale sono stati sottoposti: vengono lasciati riposare in botti di legno per molto tempo. Questo permette ad essi di acquisire differenti sfumature di sapore, che variano in base al tipo di legno che li accoglie. Il ruolo dei condimenti balsamici è quello di impreziosire il sapore di ogni piatto e donare ad ogni pietanza tante diverse sfumature di gusto.

condimenti in cucina

Come utilizzare questi prodotti in cucina?

Questi prodotti risultano molto apprezzati in particolare per via della loro versatilità. Infatti, possono essere utilizzati sia per gli antipasti che per le altre portate (incluso il dessert). I condimenti balsamici hanno lo scopo di accentuare il sapore delle portate che andranno a condire, ma non di nasconderlo. Quindi è importante dosarli con attenzione, in maniera tale da non coprire troppo il gusto delle pietanze. In base alla tipologia del prodotto e al condimento prescelto sarà possibile realizzare un connubio di sapori in grado di solleticare anche i palati più difficili.

Esistono davvero moltissime ricette che permettono di utilizzare questi condimenti in cucina. Sono apprezzabili soprattutto in abbinamento alle verdure cotte e crude. Possono essere usati altresì per la preparazione di piatti a base di carne e per insaporire ulteriormente la mozzarella di bufala, alcune salse e le insalate.

Possono avvalorare persino alcuni dessert: i condimenti al balsamico sono ottimi in particolare nelle macedonie o in abbinamento alle marmellate. In ogni caso permettono di risvegliare i sapori tradizionali e di donare una grande qualità alle pietanze preparate.

Dove si possono trovare dei gustosi e genuini condimenti balsamici?

Per portare in tavola tutto il sapore della tradizione, si consiglia sempre di acquistare questi condimenti direttamente dalle acetaie di Modena e Reggio Emilia. Anche Acetaia Marchi vi offre una vasta selezione di condimenti balsamici di alta qualità. Vi consigliamo di assaporare anche il nostro esclusivo Condimento Biologico Bianco: un’eccellenza da non sottovalutare!

Tutti i Condimenti Balsamici di Acetaia Marchi vengono realizzati con mosto d'uva cotto e aceto di vino, e lasciati riposare in botti di legno pregiato. I Pregiati, le Riserve, i Leggendari e gli altri nostri prodotti vi aspettano per conquistarvi con un gusto unico, ma anche con le loro bottigliette dal design raffinato ed elegante. Sono così belli che potrete collezionarli. Parola di Acetaia Marchi!


acetaia-marchi-gustosa-pancetta-croccante-con-aceto-balsamico-di-modena

La gustosa pancetta croccante con Aceto Balsamico di Modena

Se desiderate preparare una gustosa cena per stupire i vostri amici o la vostra famiglia, siete proprio nel posto giusto. Infatti, quella che vi proponiamo oggi è una preparazione che sicuramente lascerà tutti i vostri ospiti a bocca aperta. Si tratta della ricetta della pancetta croccante con Aceto Balsamico di Modena.

Questo secondo piatto o antipasto è molto saporito e sfizioso. Il procedimento è molto semplice e vi permetterà di preparare una pietanza adatta a tutta la famiglia… La pancetta croccante vi farà conquistare tutti e ricevere tanti complimenti!

Gli ingredienti principali

Per preparare la sfiziosa ricetta della pancetta croccante con Aceto Balsamico di Modena vi serviranno non solo la pancetta e il balsamico, ma anche i peperoni rossi. Questi ultimi renderanno il piatto più colorato e ancora più sfizioso e nutriente. A dare quel tocco di gusto inconfondibile sarà però l’Aceto Balsamico. Questo ingrediente, infatti, è sempre ciò che esalta, avvolge e rende ogni sapore ancor più eccellente!

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di pancetta,
  • 3 peperoni rossi,
  • olio extravergine d’oliva,
  • 2 cucchiaini di Aceto Balsamico di Modena I.G.P.,
  • 1 o 2 litri d’acqua,
  • Un rametto di rosmarino,
  • Uno spicchio d’aglio,
  • Una foglia d’alloro,
  • Sale e pepe q.b.

acetaia-marchi-gustosa-pancetta-croccante-con-aceto-balsamico-di-modena-2

La preparazione della pancetta croccante con Aceto Balsamico di Modena

Innanzitutto prendete la pancetta con la cotica, poi preparate il barbecue e spazzolate la griglia di cottura. In questo caso consigliamo di prediligere la cottura indiretta: un metodo in cui il cibo viene posto a distanza dalla fiamma e il barbecue viene coperto con l’opportuno coperchio.

Per mettere in atto questa tecnica culinaria, accendete il fuoco solo ai lati del barbecue. Poi preparate una teglia con l’aglio, il rosmarino, l’alloro e mezzo litro d’acqua e appoggiatela su di esso. Stendete la pancetta nella parte sopra alla griglia e provvedete ad abbassare il calore. Dopo aver chiuso il coperchio, lasciate cuocere la pancetta per un paio d’ore circa.

I peperoni, invece, devono essere cucinati in maniera diretta: potrete metterli interi sulla griglia e controllarli spesso fino al termine della cottura. A questo punto potrete comporre la portata di pancetta croccante con Aceto Balsamico di Modena. Per farlo dovrete tagliare la pancetta a pezzetti e farla girare un po’ in padella per renderla croccante. Poi potrete tagliare i peperoni a pezzi (poco più grandi dei cubetti di pancetta), per poi condirli con l’olio, il pepe e il sale. Assortite il piatto con le due preparazioni e versate un po’ di Aceto Balsamico per esaltare il gusto.

A tavola con la pancetta croccante con Aceto Balsamico di Modena

Come avete potuto notare, con pochi ingredienti e con poca fatica conquisterete tutta la tavola e sicuramente ci sarà qualcuno che vi vorrà rubare la ricetta! Questo piatto si rivelerà una piacevole sorpresa per i vostri ospiti: ogni portata di pancetta croccante con Aceto Balsamico di Modena proporrà un gusto indimenticabile. Provatela con uno dei nostri prodotti: li trovate qui. Non esitate a contattarci per richiedere un consiglio per la scelta del balsamico giusto!


Polpette capresi con Aceto Balsamico di Modena IGP

Le polpette capresi all'aceto balsamico

Avete bisogno di un piatto semplice e veloce per deliziare il palato dei vostri invitati? Siete alla ricerca di uno sfizioso antipasto estivo che sorprenderà ogni ospite? Cercate una ricetta speciale per un aperitivo last minute? Qualunque sia il caso, vi proponiamo le polpette capresi all’aceto balsamico. Questo piatto, particolarmente indicato per la bella stagione, racchiude tutti i sapori tipici dell’estate con un tocco di golosità in più.

Una ricetta tricolore dal sapore mediterraneo

La triade che più rappresenta il nostro Paese è senza dubbio quella che nasce dall’unione di mozzarella, pomodoro e basilico. Queste tre eccellenze del nostro territorio si abbinano perfettamente tra loro e possiamo definirle il tricolore della cucina mediterranea.

Il pomodoro è l’emblema del sud Italia: con il suo colore vivo richiama il calore, la tradizione e la convivialità. È versatile e può essere utilizzato in abbinamento a numerosissimi alimenti. La mozzarella è un dolcissimo scrigno di latte che conquista per il suo sapore e la sua consistenza. E infine c’è il basilico, che rallegra e aggiunge carattere a numerosissimi piatti e anche alle nostre polpette capresi all'aceto balsamico. Quest’ultimo è proprio l’ingrediente che darà quel tocco di golosità in più a questa ricetta assolutamente da provare.

Entriamo nel vivo di questa ricetta fatta per stupire… con semplicità!

Vi consigliamo di acquistare materie prime di eccellenza, in quanto daranno al piatto un plus di gusto e genuinità. Ecco le dosi per dieci polpette capresi all’aceto balsamico.

  • 10 pomodorini,
  • 10 foglie di basilico fresco,
  • 10 mozzarelline di tipo ciliegine,
  • 150 g di pangrattato,
  • 150 g di farina 00,
  • 150 ml di Aceto Balsamico di Modena I.G.P.,
  • 3 uova intere,
  • Sale e pepe q.b.

La preparazione delle polpette capresi all’aceto balsamico

Iniziate tagliando i pomodorini a metà in senso verticale. Rimuovete la polpa utilizzando un tagliamelone o un cucchiaino. Una volta rimossa la polpa, inserite all’interno del pomodoro una mozzarellina e una foglia di basilico e assicuratevi che le estremità del pomodoro combacino. A questo punto posizionate in tre ciotole differenti la farina, le uova intere sbattute a cui sono stati aggiunti il sale e il pepe, e il pangrattato.

Prendete i bocconcini di caprese e passateli prima nella farina e poi nelle uova, assicurandovi di far colare l’eccedenza prima di "tuffarli" nel pangrattato. Completata l’operazione, immergeteli in una pentola con olio bollente. Estraete le polpette di caprese non appena la panatura sarà dorata. La doratura sarà il segnale da non sottovalutare: confermerà che la mozzarella è diventata morbida e filante! Lasciate le polpette capresi a intiepidirsi e nel frattempo preparate la riduzione di aceto balsamico. Basterà prendere un tegame stretto e dai bordi alti, versarci dentro la quantità indicata di balsamico e far cuocere a fiamma dolce per 3 o 4 minuti.

Aceto Balsamico di Modena I.G.P. Sigillo Argento

È il momento di servire le vostre polpette capresi!

Potete servire le polpette capresi in un bel piatto di portata e mettere in alcune ciotole la riduzione di aceto balsamico. Facendo così, ogni commensale potrà intingere le polpettine a proprio piacimento. Allora, avete già l’acquolina in bocca?