conservare-aceto-balsamico-di-modena-01

Come conservare l'Aceto Balsamico di Modena? Le indicazioni per mantenerlo inalterato nel tempo

L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena è un prodotto tipico di alta qualità caratterizzato da un bouquet unico e dall’inconfondibile colore bruno, forte e lucente. Questo aceto, eccellenza tutta italiana, può essere utilizzato per rendere uniche sia nel sapore che nel colore tantissime pietanze, e proprio per questo rappresenta ad oggi un elemento importante su ogni tavola. Dopo una produzione attenta, composta di diverse fasi e lunghi tempi di affinamento o invecchiamento dell’aceto, quest’ultimo deve essere mantenuto nel tempo in maniera corretta affinché rimanga inalterato e sempre di ottima qualità. Ecco le principali indicazioni da seguire.

Conservare l’Aceto Balsamico di Modena

In merito alla conservazione dell’Aceto Balsamico è importante sottolineare prima di tutto che è lo stesso Consorzio di Tutela con assaggiatori qualificati a garantire l’idoneità e la qualità di ogni prodotto. In questo modo, grazie al lungo processo di invecchiamento opportunamente certificato, l’Aceto Balsamico di Modena non rischia di essere soggetto a particolari alterazioni durante il suo periodo di conservazione.

Tuttavia, occorre tenere presente alcune semplici indicazioni: conservare l’Aceto Balsamico in un contenitore chiuso all’interno di un luogo fresco e buio, facendo particolare attenzione a non lasciare mai il prodotto a contatto con la luce diretta del sole. È bene tenere le bottiglie lontano da fonti di calore ed evitare eccessivi sbalzi di temperatura. È fondamentale non conservare l’Aceto nel frigorifero, ma semplicemente a temperatura ambiente.

Un’ulteriore consiglio riguarda il corretto mantenimento degli aromi e dei profumi tipici dell’Aceto Balsamico di Modena. Per garantire che questi ultimi rimangano intatti nel corso del tempo, è bene tenere l’Aceto lontano da profumi o altre sostanze che sono solite emettere odori forti e particolari.

Queste precise indicazioni vengono fornite proprio dallo stesso Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena, in Collaborazione con la Camera di Commercio di Modena, per garantire prodotti di altissima qualità inalterati nel tempo.
cucina-con-aceto-balsamico-di-modena

Consigli di utilizzo Aceto Balsamico di Modena

Questo eccellente prodotto italiano può essere utilizzato in cucina in tantissimi modi poiché è in grado di abbinarsi perfettamente a tantissimi prodotti e pietanze. In particolare, come tipici abbinamenti, vengono consigliati carni rosse, formaggi stagionati, crudità di mare, insalate, verdure di stagione, fragole, frutti di bosco e macedonie estive. In altre prole, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena può essere tranquillamente abbinato a molteplici piatti, dai primi ai secondi, passando per i contorni fino alla frutta e ai dolci.

Bastano davvero poche gocce di questo prodotto certificato per sprigionare profumi e aromi davvero unici in grado di conferire a ogni piatto un tocco in più. L’Aceto Balsamico può talvolta essere utilizzato già in cottura oppure semplicemente a crudo in base al piatto che si vuole creare, questo proprio grazie alla sua grande versatilità.

Proprio per tutte le sue caratteristiche, si raccomanda di scegliere sempre un prodotto certificato e idoneo, come un Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, intenso, dall’aroma inconfondibile e sapientemente strutturato, dal profumo penetrante e complesso, dal tipico colore bruno con sfumature tendenti al nero e riflessi particolarmente cangianti.

Insomma ci troviamo in presenza di una vera eccellenza gastronomica italiana dalla produzione attenta, lunga e minuziosa, che con le dovute attenzioni può mantenere la sua altissima qualità per lungo tempo.


condimenti aceto balsamico

È meglio usare un condimento balsamico o l'Aceto Balsamico di Modena IGP? Consigli in cucina

L’Aceto Balsamico è sempre più presente negli scaffali delle nostre cucine. È un condimento delizioso e versatile, adatto a gran parte dei nostri piatti salati e anche ad alcune ricette dolci. Ci permette di completare pietanze di ogni genere, dalle più semplici e fresche fino ad arrivare alle più gustose ed elaborate.

Il sapore agrodolce dell’Aceto Balsamico si sposa benissimo con moltissimi alimenti: bastano poche gocce per soddisfare appieno anche i palati più fini! Oltre all’aceto, però, in cucina vengono usati anche spesso i condimenti balsamici. I due prodotti presentano delle differenze che, per farne un corretto uso sulle vostre tavole, è consigliabile conoscere. Andiamo a vedere cosa differenzia questi due prodotti e come usarli in cucina.

Le differenze tra Aceto Balsamico di Modena igp e Condimento  a base di  Aceto  Balsamico

Non è semplice notare le differenze tra l’aceto e il Condimento. Eppure i due prodotti presentano alcune diversità sostanziali. Quella più evidente è sicuramente l’acidità. I Condimenti balsamici si presentano con un colore bruno come l’aceto e la loro consistenza è molto corposa. In quanto al gusto, nei condimenti balsamici tende a prevalere la componente dolce sulla componente agra, sono pensati per chi ama i sapori più “dolci” e meno acetificati, con un’acidità inferiore  dal  5-4,5  %. Già per questo basso livello di acidità non potrebbero, per legge, essere denominati “Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P” o “Aceto Balsamico di Modena IGP”, che hanno una acidità almeno del 6  %  Inoltre l’attuale legislazione in materia permette che vengano imbottigliati in bottiglie di diversa capacità, quali 40, 50, 100 o 200 ml.

olio-aceto-bottiglie

Quando usare l’aceto e quando invece è una buona idea usare il condimento balsamico?

L’Aceto Balsamico può essere usato come condimento praticamente per qualsiasi pietanza. Il suo sapore agrodolce si sposa benissimo con numerose tipologie di pietanze quali, ad esempio, la carne, le gustose insalate, i risotti o la frutta. Il condimento balsamico può essere usato per condire gli stessi piatti. Tuttavia, bisogna ricordare sempre che il suo gusto è un po’ più dolce e che la consistenza è più densa. Pertanto, tutto dipende dai vostri gusti e da quelli dei vostri commensali.

Il condimento balsamico è l’alleato ideale per chi ama decorare le portate e conferire un tocco di eleganza e gusto in più alle proprie preparazioni. Inoltre, grazie al suo sapore prevalentemente dolciastro è maggiormente utilizzato per macedonie, gelati e dessert. Perciò, provatelo con le ricette dolci e per rifinire i vostri impiattamenti: non vi deluderà!

Aceto Balsamico e condimenti balsamici: dove trovarli?

Se volete provare dei prodotti genuini e sfiziosi, date un’occhiata alle nostre proposte. Nella nostra acetaia produciamo Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P., Aceto Balsamico di Modena I.G.P., Condimenti Balsamici, salse, confetture e composte di frutta. Produciamo tutto secondo tradizione e proponiamo anche interessanti varianti. Tra queste troverete il balsamico biologico (Bronzo e Platino) e il Condimento Biologico Bianco. Detto questo, non ci resta altro che invitarvi a metterci alla prova: siamo sicuri che i nostri prodotti vi conquisteranno fin dal primo assaggio!


Aceto Balsamico di Modena - come usarlo in cucina

L'aceto balsamico di Modena in cucina

Aceto Balsamico di Modena - come usarlo in cucina

 

L'Aceto Balsamico di Modena è sicuramente uno dei prodotti più conosciuti della nostra tradizione culinaria, sia a livello nazionale che internazionale. Usato di frequente sulle tavole delle nostre case, si sposa bene con diversi piatti e rappresenta un ottimo condimento. È adatto ad elevare i sapori di primi e secondi, di carne e di pesce, di frutta e verdura. Si tratta quindi di un prodotto molto versatile e facilmente utilizzabile in svariate circostanze.

L’Aceto Balsamico è considerato un prodotto prestigioso, che propone esperienze organolettiche uniche. Proprio per questo viene sempre più spesso usato dai cuochi professionisti e anche dai grandi appassionati di ottima cucina.

Portiamo in tavola un tocco di Balsamico

Come si usa l’Aceto Balsamico di Modena in cucina? Come avrete compreso, si presenta come un accompagnamento perfetto per tanti piatti. È infatti un prodotto in grado di armonizzare e aromatizzare le pietanze, valorizzando il sapore dei singoli ingredienti.

Solitamente, scegliendo l’Aceto Balsamico di Modena I.G.P., si può elevare il gusto dei cibi cotti. Delicatamente corposo e dal sapore intenso, questo condimento è adatto alla preparazione di risotti, secondi di carne (in particolare quella rossa) e di pesce. È perfetto anche per insaporire verdure cotte al forno, bollite e grigliate.

Scegliendo un prodotto caratterizzato da una corposità più marcata, dovuta ad un processo di invecchiamento più lungo, si possono rifinire insalate, contorni a base di ortaggi crudi e frutta fresca. L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P., sottoposto per l’appunto ad un prolungato processo d’invecchiamento/affinamento, è idoneo anche per guarnire dolci e cocktail. Può donare ad essi un tocco di sapore in più.

Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. Affinato – Confezione ConsorzioNon solo cucina italiana

L'Aceto Balsamico di Modena è perfetto per equilibrare i diversi sapori della tradizione culinaria italiana, ma si rivela un’ottima risorsa anche per chi ama portare in tavola la cucina internazionale. La “nouvelle cuisine” si sposa bene con le proprietà organolettiche di questo prodotto enogastronomico emiliano. Pertanto, possiamo dire con certezza che il Balsamico è la perfetta rifinitura per i piatti più caserecci e semplici, che sono indicati per la cucina di tutti i giorni. È fantastico anche per i piatti gourmet più raffinati, internazionali e non. In ogni eventualità può favorire il connubio tra tradizione e modernità, tra genuinità e prelibatezza.

L’importante è scegliere il miglior Aceto Balsamico di Modena

Per cucinare piatti di qualità servono ingredienti di qualità. Questo è ancor più vero quando si tratta di Aceto Balsamico. Bisogna sempre prediligere prodotti ottenuti da uve nostrane, lasciati invecchiare in botti di legno pregiato come il rovere, il ciliegio e il frassino. I migliori vitigni del modenese offrono la possibilità di produrre un prestigioso Mosto Cotto e un Aceto di Vino eccellente. Questi ingredienti, sapientemente miscelati, permettono di proporre un Balsamico di colore bruno scuro dotato di un’ottima densità e di un gustoso livello di acidità.

Non esitate a portare in tavola il nostro Aceto Balsamico di Modena I.G.P. e il nostro Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. Sicuramente non vi deluderanno!